Le azioni del Progetto

Azione D5
Elaborazione e valutazione dei risultati delle indagini sanitarie

"Dalla fase di raccolta dei dati sanitari nelle aree dei due siti pilota emergerà una serie di dati inerenti le patologie sentinella che dovranno essere opportunamente elaborati, analizzati e valutati. Verranno utilizzati gli strumenti statistici tipici dell'epidemiologia, alle quali si affiancheranno tecniche più raffinate ma parimenti significative. Si cercherà di inferire, se possibile, dei rapporti causa/effetto tra l'attività della discarica e l'insorgenza/prevalenza di determinate patologie, analizzando a fondo i dati di morbidità/morbilità, i tassi di ricovero e le prescrizioni mediche. Si accederà alle banche dati presenti e, grazie ai dati pregressi che verranno acquisiti, si stimeranno dei trend temporali nello sviluppo di patologie di origine ambientale. Nell'elaborazione, si inseriranno i risultati locali nel contesto nazionale ed europeo, cercando di standardizzare i risultati. Le fonti dei dati utilizzate sono le schede di morte/dimissione ospedaliera (SDO), le prescrizioni dei medici di base dell'area di studio, i dati di vendita di farmaci (antinfiammatori, antibatterici, psicofarmaci, ecc.), le esenzioni ticket ecc. Saranno dunque ricercate informazioni anche al di fuori delle banche dati classiche del settore, poiché alcune patologie ""sentinella"", non essendo percepite dalla popolazione come pericolose (infiammazioni delle prime vie aeree, cefalea, ecc.), vengono spesso curate con farmaci generici senza il parere del medico di famiglia, non lasciando così tracce nel sistema sanitario regionale. Verrà condotta un'analisi degli eventi sentinella respiratori e cardiocircolatori potenzialmente associati alle attività dei due impianti, utilizzando l'archivio delle SDO per il periodo successivo a quello di entrata in funzione delle due strutture. Verranno esaminati in via preliminare i codici delle diagnosi relative ad asma, malattia polmonare cronica ostruttiva, infezioni e infiammazioni delle vie respiratorie, scompenso miocardico, disturbi del ritmo, angina e polmonite. Verranno inoltre determinati i tassi di ospedalizzazione grezzi e standardizzati (utilizzando il metodo indiretto di standardizzazione). Particolare attenzione verrà posta nella individuazione dei fattori di distorsione (bias) relativamente alle associazioni che verranno eventualmente osservate, attribuibili ai differenti profili di ospedalizzazione che ci si aspetta di trovare nelle aree esposte rispetto a quelle non esposte. Analogamente verranno analizzati i pattern di ricovero per area, e ciò al fine di minimizzare il fattore di errore connesso all'uso dei dati correnti di ospedalizzazione, poiché i tassi più elevati di eventi sentinella potrebbero essere viziati da una diversa tendenza all'invio in ospedale nelle diverse aree della stessa ASL. Ove possibile, i risultati verranno schematizzati e sintetizzati in cartografie tematiche (nel caso georiferite), che costituiranno un valido supporto nella corretta interpretazione dei risultati e delle elaborazioni operate."