Le azioni del Progetto

Azione B6
Raccolta dati sanitari sulle patologie sentinella nelle aree di Lanciano e Arezzo

"Ogni impatto ambientale può tradursi, in un periodo più o meno lungo, in un impatto sanitario. Pur non essendo semplice stabilire un rapporto diretto causa/effetto tra i fattori di pressione degli impianti e l'insorgenza di patologie, è di estrema utilità operare una ricognizione iniziale sui dati di mortalità e morbidità direttamente riconducibili alle patologie sentinella connesse alle attività dei due impianti oggetto del lavoro proposto. Tali patologie possono essere identificate con alcune dell'apparato respiratorio e di quello cardiovascolare, sia acute sia croniche. Scopo di questa fase è proprio quello di operare una raccolta di dati sanitari afferenti a dette patologie nei due territori di riferimento, estendendo l'areale di ricerca alle aree delle due ASL (Chieti e Arezzo). Sulla scorta delle risultanze delle azioni A.7, A.9 e A.10, il manager responsabile scientifico dell'area sanitaria identificherà le patologie sentinella sulle quali focalizzare la ricerca dei set di dati, e quindi coordinerà il lavoro di acquisizione del materiale. Tramite le ASL di pertinenza si potrà accedere ai dati sulle ospedalizzazioni, sul tipo di patologie, sulle esenzioni ticket. Dalla ASL stessa o direttamente dagli ospedali si potrà disporre delle SDO, e delle schede di morte/dimissione. Si accederà anche ai dati del registro tumori, se esistente per il territorio della ASL di pertinenza. Saranno dunque ricercate informazioni anche al di fuori delle banche dati classiche del settore, poiché alcune patologie ""sentinella"", non essendo percepite dalla popolazione come pericolose (infiammazioni delle prime vie aeree, cefalea, ecc.), vengono spesso curate con farmaci generici senza il parere del medico di famiglia, non lasciando così tracce nel sistema sanitario regionale. Verranno inoltre reperite informazioni dai registri sulle malformazioni neonatali. Tutti i dati saranno codificati per garantire l'anonimato. La sistematizzazione dei dati avverrà in DB relazionali stratificati in base all'area, alla numerosità dei ricoveri e al tipo di patologia, oltre che per sesso ed età, e già in questa fase saranno strutturati per le successive elaborazioni statistiche."