Le azioni del Progetto

Azione B5
Raccolta e analisi dei dati ambientali nei siti di Lanciano e Arezzo

"In questa azione si procede alla produzione di nuovi dati di caratterizzazione ambientale nei due siti di interesse. Verranno prese in considerazione le matrici aria, suolo e acqua (nello specifico le acque sotterranee). Lo scopo dell'azione è dunque quello tracciare un quadro conoscitivo il più esauriente possibile dello stato ambientale. Per quanto concerne l'aria l'attenzione si concentrerà sulle determinazioni di COV, NO2, SO2, H2S, O3; il campionamento avverrà con campionatori passivi. Verranno inoltre raccolti campioni di particolato atmosferico nella frazione PM2.5 allo scopo di procedere alle seguenti determinazioni: Concentrazione; Metalli pesanti; Idrocarburi Policiclici Aromatici; Diossine e furani. Per il terreno, verranno eseguiti dei carotaggi per procedere a campionamenti a diverse profondità (top-soil, saturo, quota intermedia), per poi procedere, sui campioni prelevati, alle determinazioni di metalli pesanti, IPA, diossine e furani 8solo sul top-soil) e PCB. Gli stessi punti dei carotaggi verranno attrezzati a piezometro per il prelievo delle acque sotterranee sulle quali si determineranno i parametri di legge. In un areale di circa 10 Km2 intorno alla struttura (discarica a Lanciano, inceneritore ad Arezzo) si predisporrà una griglia regolare con maglie di 1 Km di larghezza. Ai nodi di ciascuna maglia si posizioneranno i campionatori passivi, che rimarranno in esposizione per 15 giorni consecutivi. Al termine di questo periodo si eseguiranno le analisi laboratoristiche che forniranno, per ciascun parametro, un valore medio di concentrazione per i 15 giorni. Negli stessi punti della griglia verranno eseguiti campionamenti di particolato atmosferico con campionatore a basso volume per il prelievo della frazione di particolato PM2.5 (ritenuta la più significativa per le emissioni dell'impianto in oggetto). Per quanto concerne i campionamenti di terreno e acqua, i punti verranno stabiliti di concerto con i focus group. Le analisi avverranno applicando metodiche codificate a livello nazionale (APAT-IRSA) e internazionale (EPA, UNI). Sul sito di Arezzo si procederà anche alla determinazione dei livelli di inquinamento acustico, tramite l'utilizzo di fonometro di classe 1 con determinazione delle diverse componenti tonali."
I risultati sono estensivamente descritti nei deliverable dell'azione D 1.

Documenti